Il credito d’imposta 2020 per gli investimenti tecnologici

Dal 1° gennaio 2020 arriva il nuovo credito d’imposta 2020 che sostituisce l’Iperammortamento e Superammortamento per gli investimenti in beni strumentali.

Il testo definito della nuova Manovra 2020 è stato approvato lo scorso 23 dicembre.

Anche nel corso dell’anno, quindi, imprese dei vari settori tecnologici, tra cui la stampa 3D, la meccatronica e lo sviluppo di materiali intelligenti potranno godere di importanti agevolazioni.

«Alle imprese che a decorrere dal 1º gennaio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, ovvero entro il 30 giugno 2021 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2020 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione, effettuano investimenti in beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato è riconosciuto un credito d’imposta alle condizioni e nelle misure stabilite dai commi 5, 6 e 7 in relazione alle diverse tipologie di beni agevolabili».

–  art. 22 della legge di Bilancio 2020

In base alla tipologia di investimenti effettuati, sono previste, quindi, percentuali diverse, come segue:

  • 40% oppure 20% del costo per beni del settore Industria 4.0 – 40% per investimenti fino a 2,5 milioni e 20% per investimenti di valore compreso tra 2,5 e 10 milioni di euro  
  • 15% del costo per servizi e software digitali
  • 6% per gli investimenti in altri beni

Condizioni per beneficiare del nuovo credito d’imposta 2020

  • l’investimento deve essere superiore ai 300.000 euro
  • è necessario un attestato di conformità da parte di un perito, un ingegnere o una società accreditata
  • l’acquisto deve verificarsi tra il 1° gennaio 2020 ed il 31 dicembre 2020
  • i tempi di consegna devono essere di massimo 18 mesi, ovvero entro il 30 giugno 2021 e deve essere fatta prova dell’ordine accettato con pagamento di un acconto di almeno 20% del costo totale del bene.

Il tempo di compensazione del credito, in questo caso è di 5 anni.

Se vuoi rivoluzionare il tuo processo produttivo nel 2020 ed implementare le soluzioni di stampa 3D più innovative beneficiando del nuovo credito d’imposta 2020, ti ricordiamo che Selltek è in grado di assisterti nella scelta delle migliori tecnologie 3D attualmente presenti sul mercato.

credito d’imposta 2020

Credito d’imposta 2020 del 15% per gli investimenti in servizi e software digitali

Rientrano nella categoria i beni immateriali elencati nell’allegato B della legge 11 dicembre 2016 n. 232 e permettono di ottenere un credito d’imposta del 15% per tutti i servizi e software digitali con un costo massimo di 700.000 euro, a prescindere dall’acquisto di un bene materiale.

Approfondisci i dettagli relativi alla Legge di Bilancio 2020 nella Gazzetta Ufficiale.

Vuoi ulteriori informazioni sulle stampanti 3D?

CONTATTACI SUBITO