Osservatorio MECSPE: a Nord-Est il manufacturing diventa digitale

L’Osservatorio MECSPE focus Nord-Est ci offre una fotografia sulla salute delle imprese italiane dell’area del Nord-Est e lo stato della loro trasformazione digitale. Si tratta di un report che vede il coinvolgimento di 165 aziende del settore meccanico, nei primi due mesi dell’anno.

Ecco i principali dati rilevati:

  • Il 44% delle PMI ha riscontrato che il lavoro faticoso e manuale rappresenta il motivo per cui questo settore appare meno appetibile agli occhi delle future generazioni.
  • Il 38% delle PMI ha già adottato o intende introdurre entro il 2019 tecnologie e processi innovativi come: sicurezza informatica (91%), cloud (62%), la robotica collaborativa (24%) e IoT. Un ottimo risultato, se si considera la media nazionale del 29%, secondo il report Assintel 2019.
  • Il 48% degli imprenditori del Nord Est è dell’idea che investire nel capitale umano in azienda attraverso la formazione è la miglior strategia per la crescita.
  • Il 59% pensa che la trasformazione digitale porterà inevitabilmente alla nascita di nuove figure professionali esperte in IT.

Il fatto che i giovani lo ritengano, oltre a faticoso, un lavoro poco riconosciuto socialmente (33%) e che lascia poco spazio alla realizzazione personale (30%) rende difficile alle imprese trovare profili specializzati da assumere.

“Le aziende del Nord-Est stanno reagendo positivamente e con determinazione, manifestando un’ottima propensione alla trasformazione digitale e tecnologica dei processi produttivi, puntando a coinvolgere, maggiormente rispetto al passato, i giovani. [..] Ci troviamo in uno scenario in cui, entro il 2030, parlare di digital skills sarà la priorità e i profili specializzati più ricercati saranno figure come l’ingegnere robotico, i programmatori di intelligenze artificiali, gli specialisti dei big data o dell’Iot, se guardiamo ai risultati emersi dall’Osservatorio MECSPE”

–  Maruska Sabato, Project Manager di MECSPE

Gli incentivi per le aziende italiane

Ricordiamo che, per le imprese 4.0 sono previsti diversi incentivi per aiutarle nella trasformazione digitale: 

1) L’iper-ammortamento di macchinari e infrastrutture funzionali alla digitalizzazione.

Per legge, le aziende che vogliono prendere parte alla trasformazione tecnologica e digitale, possono beneficiare di importanti agevolazioni per gli acquisti effettuati fino al fino al 31 dicembre 2019 o entro il 31 dicembre 2020 a patto che, entro il 31 dicembre 2019, venga versato un acconto pari al 20% del bene.

Le agevolazioni prevedono l’iperammortamento:

  • al 270% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • al 200% per gli investimenti compresi tra i 2,5 milioni e i 10 milioni di euro
  • al 150% per gli investimenti compresi tra i 10 milioni e i 20 milioni di euro

Per ulteriori informazioni sull’iperammortamento e documenti necessari, leggi anche Iperammortamento 2019: 270% per gli investimenti fino a 2,5 milioni

2) il bonus alla formazione 4.0

3) il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo

4) la Nuova Sabatini

5) gli incentivi agli investimenti in startup innovative

Le stampanti 3D rientrano nella categoria dei beni per cui si possono beneficiare delle agevolazioni previste dalla legge. 

incentivi stampa 3D Osservatorio MECSPE

Selltek Srl vanta un’esperienza di oltre 17 anni nella rivendita di tecnologie 3D e vi può guidare nella scelta della migliore soluzione, rispettando i requisiti per la detrazione. Inoltre, i nostri esperti sono a vostra disposizione per un’attenta analisi preliminare ed aiutarvi nel processo di trasformazione in un’impresa 4.0.

Vuoi avere maggiori informazioni sulle tecnologie 3D per l'industria 4.0?

CONTATTACI