“Da settimane a giorni”. Record per Extol con la stampa 3D di HP

Rende più veloce ed efficiente il ciclo di progettazione delle parti: Extol combina la stampa 3D con la tecnologia HP Multi Jet Fusion

Chi è Extol?

Extol è un’Azienda fondata nel 1985 con sede nel Michigan, negli Stati Uniti d’America.
Si occupa di ingegneria e di alta innovazione. La sua mission è la ricerca di soluzioni alternative per i prodotti in plastica: tecnologie di assemblaggio, attrezzature di produzione, automazioni personalizzate, prodotti specifici per i vari clienti. Test e analisi ripetute permettono ai ricercatori Extol di creare, affinare e sviluppare, periodicamente, nuovi progetti. Nota degna di menzione è l’immensa empatia che l’Azienda mostra nei confronti delle comunità bisognose con progetti di costruzione e di vicinanza emotiva.

“[…] Risolvere proficuamente le sfide dei clienti con un’esperienza piacevole”

Una vision aziendale, quella di Extol, capace di unire esigenza e piacere. Nel Centro di Sviluppo Digitale (DDC) il team assembla prototipi funzionali per serbatoi di fluidi in polipropilene (PP): un materiale versatile, ideale per un’ampia gamma di automobili, per pezzi industriali e per applicazioni di beni di consumo; esso evidenzia brillanti prestazioni, godendo di costi ridotti e di facile lavorazione. La durezza, la duttilità e la resistenza chimica del PP sono proprietà chiave che lo rendono una delle materie plastiche più comunemente utilizzate.

Con la stampa a iniezione i tempi di produzione sfioravano le sette settimane: giunte in Extol, poi, proseguivano lavorazioni e saldature.
La ricerca di una valida alternativa era priorità: rendere più veloce ed efficiente il ciclo di progettazione delle parti. Pur conoscendo i vantaggi della stampa 3D, le difficoltà del team erano nel comprendere la più corretta delle fasi iniziali. Kyle Harvey, Direttore Marketing dell’Azienda, sapeva di poter raggiungere, con la tecnologia 3D, un miglioramento del design, cicli di progettazione delle parti simultanee e una significativa riduzione del time to market.

 

Soluzione, vantaggi e sviluppi futuri

Con il rapido avanzamento della tecnologia, Extol ha stampato in 3D un prototipo per serbatoi di fluidi con la tecnologia HP Multi Jet Fusion utilizzando il materiale HP 3D High Reusability PP abilitato da BASF. In questo modo ha creato parti termoplastiche pronte, poi, per i tradizionali processi di assemblaggio come la saldatura a piastra calda.

In tutto ciò Extol ha mantenuto nel processo di stampa 3D il polipropilene: oltre all’ampio uso nel settore automobilistico, esso è stato riconosciuto dai clienti, come garanzia nel passaggio verso la nuova tipologia di stampa. Dal punto di vista dei processi, la stampa 3D con PP, offre la possibilità di utilizzare il medesimo materiale sia per la prototipazione funzionale che per la produzione.

La combinazione della stampa 3D con la tecnologia HP Multi Jet Fusion e HP 3D HR PP ha ridotto il tempo da 7 settimane a 6 giorni. Rispetto alle parti stampate a iniezione, quelle ottenute con la stampa 3D continuano a ottenere feedback eccellenti: ottime prestazioni, resistenza al test di scoppio e performante tenuta ermetica.

Testimonianze

“We’ve received feedback that our powder-based 3D printed PP parts are performing with the toughness, ductility, and chemical resistance that customers expect from molded PP. Customers are finding value in avoiding the cost and long lead time of mold tooling while still having a PP part that performs as expected”.
– Kyle Harvey, Director of Marketing at Extol –

“We chose HP Multi Jet Fusion… because the technology is well-positioned to allow 3D printing to make the jump from prototyping to functional, end-use parts”.
– Kyle Harvey, Director of Marketing at Extol –

Vuoi avere maggiori informazioni sul noleggio HP 3DasS?







I campi con l'asterisco * sono obbligatori.

[Privacy].