Gioielleria: Il ciclo produttivo nella produzione orafa e accessori moda

Il ciclo produttivo (chiamato anche processo di produzioneprocesso produttivo) della gioielleria è da intendersi come l’elenco, logicamente ordinato, di fasi nella produzione di un prodotto, in questo caso un gioiello o un accessorio moda.

Generalmente, questo processo di produzione, è composto da più stadi attraverso i quali prende forma. Qui sotto ti elenchiamo tutte le fasi del ciclo produttivo nella produzione di gioielleria, oreficeria, bigiotteria e accessori moda.

Il ciclo completo nella produzione di gioielleria, oreficeria, bigiotteria e accessori moda è così strutturato:

Tecnologie 3D da utilizzare per gioielleria, oreficeria, bigiotteria e accessori moda

  • Scanner 3D utile per rilevare rapidamente geometrie complesse e organiche per poi essere riprese con un software di progettazione 3D che utilizza la modellazione delle poli-superfici.
  • Stampante 3D per stampare in tre dimensioni direttamente modelli in cera fondibile, resine fondibili e/o gommabili.

Vantaggi nell’utilizzo di queste tecnologie di scansione e stampa 3D

Scansione 3D: lo scanner 3D è un’apparecchiatura molto sofisticata che consente di rilevare rapidamente modelli 3D da oggetti.

Aurum è la linea di Scanner 3D

E’ vincente nel processo del reverse-enginnering in quanto permette di rilevare con assoluta precisione (distanza punto-punto di 15 micron) forme complesse, come ad esempio quelle di una pietra irregolare dove poi costruire (utilizzando un modellatore 3D) un gioiello realmente “su misura”. Senza margine di errore. Questo processo è utile anche al progettista quando si tratta di disegnare forme e modelli organici dove i modellatori “matematici” incontrano difficoltà.

Immaginiamo di progettare un oggetto a caso, una foglia, è sufficiente uscire all’esterno, raccoglierne una in giardino e posizionarla all’interno di uno scanner 3D. In meno di 5 minuti ne abbiamo rilevato con assoluta precisione tutte le forme, linee e geometria.

Scanner 3D per gioielleria, quale utilizzare?

LINEA AURUM scarica qui la brochure.

Gli scanner di Open Technologies, delle linea Aurum sono stati concepiti specificamente per il settore della gioielleria.

gioielli creati con aurum

Grazie al know-how acquisito in 15 anni di esperienza nel campo della progettazione e produzione di gioielli, il produttore dello scanner ha progettato un software ottimizzato per la scansione dei gioielli e delle pietre preziose oltre ad aver ottimizzato l’hardware dello scanner stesso che conta su due telecamere da 2.5 megapixel e sulla tecnologia a luce strutturata per il rilevamento della nuvola di punti.

Stampante 3D: Stampare in 3D una cera o una resina per microfusione o gommatura è ormai un concetto consolidato. Lo sanno bene tutte le aziende italiane di successo che producono e vendono in tutto il mondo grazie a questo processo rivoluzionario. I vantaggi nell’ utilizzo dell’additive manufacturing nella gioielleria sono:

  1. La possibilità di produrre oggetti dal design molto complicato non realizzabili con tecnologie tradizionali
  2. La possibilità di ottenere una lastra sino a 0.20mm con un contenimento dei pesi decisivo per alcune tipologie di produzione
  3. La ripetibilità nelle grandi produzioni che ha come vantaggio la costante nel peso della cera o della resina
  4. La libertà di non dover dipendere da uno stampo siliconico e quindi produrre anche piccole serie rispamiando tempo ed andando subito in produzione, anche solo per un pezzo
  5. Risparmio di tempo nella manifattura successiva alla microfusione realizzando in un solo pezzo tutte le parti vuote che diversamente dovrebbero essere realizzate in più parti e poi assemblate successivamente con alti costi di manifattura.

 

Stampante 3D per gioielleria, quale utilizzare?

La gamma di soluzioni e sistemi di stampa 3D proposta da Selltek è molto vasta, comprendendo modellatori 3D di 3D Systems e DWS di tecnologia MultiJet Printing (MJP) e Stereolitografia (SLA).

Dalla cera 100% per una perfetta fondibilità alla resina fondibile per realizzare geometrie impensabili con i metodi tradizionali, sino alla resina gommabile per realizzare gli stampi siliconici.

Degna di nota a sé stante, la Stereolitografia, tecnologia “storica” di 3D Systems, definisce da sempre gli standard qualitativi in termini di precisione e qualità superficiale. Tecnologia su cui si fonda anche DWS, azienda tutta Italiana che ha realizzato una linea di stampanti SLA in grado di soddisfare le esigenze più svariate a partire da 7.000,00 € sino ad arrivare a 200.000,00 €.

La stereolitografia è basata sulla fotopolimerizzazione di una resina liquida contenuta in una vasca, sensibile alla radiazione ultravioletta emessa da un sofisticato raggio laser in grado di tracciare forme ultra precise.

L’interazione dei due elementi ha come conseguenza la solidificazione del fotopolimero. Stampa 3D in resina (Stereolitografia) questa tecnologia “storica” di 3D Systems definisce da sempre gli standard qualitativi in termini di precisione e qualità superficiale.

Vedi anche: Stereolitografia per Gioielleria

Grazie al noleggio operativo che offre Selltek stampanti 3D oggi produrre con queste tecnologie 3D è molto più sostenibile.

La nostra azienda ad oggi ha oltre 200 stampanti 3D da produzione installate presso le più prestigiose aziende di produzione orafa in Italia. Insieme a Prototek service di stampa 3D ti possiamo dare le giuste soluzioni per effettuare la svolta produttiva che la tua azienda necessita.

Entra in contatto con noi adesso! Riceverai una chiamata senza impegno da un esperto nel campo della gioielleria.

Vuoi essere contattato per una consulenza gratuita?

Contattaci per ricevere subito una risposta