Case study Roboze: Il primo skateboard stampato in 3D

Roboze ha lavorato con Impact Surf Shop di Bari per sviluppare uno skateboard stampato in 3D.

L’obiettivo: dimostrare che i loro materiali per la stampa 3D hanno caratteristiche che li rendono valide alternative al metallo, grazie alla loro resistenza.

Per realizzare lo skateboard Roboze ha utilizzato le proprie stampanti 3D con la tecnologia di stampa FFF, lavorando polimeri ad alta temperatura e materiali compositi che garantiscono un risultato leggero ma ad alta resistenza. 

La tecnologia 3D di Roboze

Le macchine Roboze utilizzano il sistema Beltless, brevettato dall’azienda, che elimina le cinghie e introduce una movimentazione meccatronica diretta degli assi X e Y affidata a cremagliere e pignoni in acciaio temprato. Questo sistema permette di produrre prototipi funzionali e applicazioni finali con una gamma di super polimeri ad alta temperatura e materiali compositi.

I materiali utilizzati da Roboze per realizzare lo skateboard stampato in 3D 

Tra i materiali utilizzati ci sono Carbon PA, PP, PEEK e Flex.

Carbon PA, spiega Roboze, è tra i materiali più potenti e performanti nel campo della stampa 3D FFF.  Si tratta di un materiale “ideale per la riduzione del peso, attraverso la sostituzione dei metalli, e per la sicurezza, grazie all’assorbimento degli impatti“. Ecco perché è stato scelto per realizzare la tavola e le basi dello skateboard.

Il PP (polipropilene) è un polimero che vanta una elevata resistenza all’usura. Per questo motivo è stato scelto per realizzare le ruote dello skateboard. Questo materiale trova applicazione anche per creare componenti automobilistici.

Il PEEK è stato utilizzato per le rondelle e i dadi. Questo polimero termoplastico vanta ottime proprietà meccaniche, permettendo alle parti stampate in 3D di resistere durante le prove su strada.

I cuscinetti dello skateboard stampati in 3D sono stati realizzati con il materiale Flex, una composto di gomma a base di poliuretano termoplastico resistente all’abrasione e all’usura.

Lo skateboard è stato poi testato su strada da Fabiano Lauciello, uno skater professionista.

“Sono stato piacevolmente sorpreso dalla forza dello [“] skateboard “, afferma Lauciello. “Nonostante le complesse manovre, lo skateboard ha resistito senza problemi.”

 Lo skateboard stampato in 3D ha superato a pieni voti, quindi, la prova su strada, dimostrando che i nuovi materiali sono resistenti ed adatti ad essere utilizzati nei più svariati ambienti.

Vuoi avere maggiori informazioni sulle stampanti 3D Roboze?

CONTATTACI PER INFO

HP e Selltek 2019 MECSPE BARI | Selltek by Dedem