Stampanti 3D per la gioielleria: Quale scegliere?

L’utilizzo delle stampanti 3D per le imprese che puntano all’innovazione dei processi produttivi e all’efficientamento nell’utilizzo di risorse, tempo e materiali è ormai una necessità.

La tecnologia additiva consente la realizzazione del manufatto senza dover utilizzare stampi e riducendo al minimo gli scarti. Con le stampanti 3D è possibile realizzare anche piccoli lotti, intervenendo su singole personalizzazioni, senza dover ripensare completamente l’intero processo produttivo.

La realizzazione degli oggetti tridimensionali avviene infatti partendo da un modello 3D digitale, che può essere quindi ridisegnato e rielaborato.

Il 3D printing, oltre ad innovare i processi tradizionali e a trasformare le fasi del ciclo di vita del prodotto, consente un importante risparmio economico. Riduce i tempi ed i costi dedicati all’assemblaggio, diminuisce le necessità di manutenzione e sostituzione, con logiche volte alla riduzione degli sprechi e al riutilizzo del materiale di scarto.

Stampa 3D e gioielleria:

L’oreficeria è uno dei  settori pionieri nell’utilizzo della tecnologia 3D. Da sempre il processo centrale del sistema produttivo della gioielleria è la realizzazione di modelli in cera convertiti in metallo tramite microfusione. La produzione di cere avviene mediante iniezione della stessa in stampi metallici.

L’utilizzo delle stampanti 3D nell’oreficeria consente l’eliminazione di un passaggio, andando a stampare direttamente i modelli in cera.

Questa tecnologia garantisce la riproduzione nelle quantità e nelle personalizzazioni desiderate, andando ad intervenire semplicemente sui progetti CAD e abbandonando definitivamente gli stampi siliconici.

Da più di un decennio infatti, la prototipazione rapida trova applicazione nella realizzazione di nuovi prototipi. Inoltre, l’evoluzione tecnologica, consente oggi di stampare intere linee di prodotto.

Quali sono le principali tecnologie 3D per la gioielleria?

MJP – MultiJet Printing

stampanti 3d gioielleria

Questa metodo di prototipazione rapida professionale garantisce un elevatissima qualità e precisione dei dettagli.
 
Il processo di prototipazione avviene mediante deposizione strato per strato di resine plastiche allo stato liquido (ProJet 2500 e ProJet 3600) o cera 100% (ProJet 2500W e ProJet 3600W) fotoindurenti e di materiale di supporto solubile, fino alla composizione dell’oggetto finito.
 
Tra i materiali disponibili adatti per il settore gioielliero troviamo resine adatte per realizzare prototipi estetici e/o gommabili e cera 100% per una perfetta microfusione

stampanti 3d gioielli

Vedi QUI le stampanti che utilizzano questa tecnologia.

SLA – Stereolitografia

La stereolitografia è basata sulla fotopolimerizzazione di una resina liquida tramite un raggio laser che disegna la geometria del pezzo.
 
La stampa 3D in resina (Stereolitografia), è una tecnologia “storica” di 3D Systems che definisce da sempre gli standard qualitativi in termini di precisione e qualità superficiale. Inoltre la stereolitografia è la tecnologia cardine di tutte le stampanti DWS, che utilizzano resine sia fondibili che gommabili, a partire da € 10.000,00

stampanti 3d dws gioielli

Le stampanti stereolitografiche consentono di realizzare modelli tridimensionali di straordinaria precisione e parti dettagliate che non necessitano di ulteriore finitura manuale.

Vedi QUI le stampanti che utilizzano questa tecnologia.

DMP – Direct Metal Printing

​Una tecnologia per la gioielleria che stampa il prodotto finito direttamente in metallo e consente la realizzazione di qualsiasi tipo di complessità geometrica.

stampanti 3d modelli

La stampa 3D in titanio sta riscuotendo sempre più successo nel mondo della gioielleria.

Vedi QUI le stampanti che utilizzano questa tecnologia.

L’ottimizzazione dei processi produttivi consente alla gioielleria e oreficeria, di realizzare prototipi e prodotti finiti unici nel loro genere per geometrie, peso, colori e leghe utilizzate.

L’impiego del 3D printing permette la realizzazione sia di pezzi identici e standardizzati che differenti e personalizzati, senza la necessità di cambiare flusso, attrezzature o riprogrammare gli strumenti di produzione.

La digital transformation consente a questo settore di essere competitivo nel mercato globale mantenendo la propria artigianalità.

 

Vuoi maggiori informazioni sulle stampanti 3D per la gioielleria?

CONTATTACI PER RICEVERE SUBITO UNA RISPOSTA

Open House: vieni a scoprire le novità della stampa 3D per la gioielleria!

  Venerdì 27 ottobre dalle ore 9:00

   Valenza (AL) 

 Iscriviti QUI