Stampante 3D per gioielleria – 3D Systems

La famiglia di modellatori 3D (stampanti 3D) Projet 3600 di 3D Systems è una famiglia di stampanti professionali ad altissime prestazioni nata per la gioielleria e più in genere per le microfusioni di accessori e parti piccole molto dettagliate.

La caratteristica più significativa, oltre alla straordinaria precisione (strati da 16 micron e risoluzione in X e Y di 750 punti per pollice) e la grandissima capacità produttiva (possibilità di stampare in una notte anche 200 gioielli in un area di lavoro espressa in
millimetri di 298 x 185 x 203) riguarda il materiale: Real Vax cera da microfusione al 100%.

>> Scopri la nuova serie, Stampante 3D ProJet MJP 3600 di 3D Systems

Serie ProJet 3600W Cera 100% – Supporto paraffina

Questa famiglia di stampanti 3D per gioielleria produce parti ad altissima precisione, grande produttività in una straordinaria cera fondibile che permette microfusioni di qualità. Una vera rivoluzione nel campo della gioielleria e accessori moda. Forse il primo vero caso di digital manufacturing.

Il prezzo di una stampante 3D per gioielleria della famiglia 3600W parte da circa 80.000€ a circa 100.000€. Si differenziano una dall’ altra per le diverse modalità di qualità di stampa e la possibilità di stampare in 3D alla massima risoluzione su un’area più o meno grande.

Stampare in 3D un gioiello significa dare libero spazio alla creatività di designers, significa realizzare forme geometriche perfette non producibili con tecniche tradizionali, significa inoltre, ridurre anche del 40% il peso dei gioielli appariscenti, dovuto alla minor quantità di metallo utilizzata.

Un’altra grande caratteristica (della stampa 3D in gioielleria) sta nel poter controllare i pesi e pianificare esattamente i costi di produzione, significa saltare il passaggio della gomma realizzando direttamente oggetti vuoti con sottosquadri estremi in una sola microfusione, significa produrre linee uniche e non replicabili dai competitors.

Questa famiglia di stampanti 3D utilizza una tecnologia brevettata da 3D Systems chiamata Multijet Printing. Una testina di stampa di derivazione Xerox con 618 ugelli “nebulizza” particelle di cera creando superfici perfette la cui successiva microfusione necessità solo di alcuni passaggi di carta da parte degli artigiani orafi che in pochissimo tempo “finiscono” oggetti unici pronti per la vendita.

Stampante 3D Systems MultiJet Printing

Tutti questi vantaggi hanno letteralmente rivoluzionato la produzione dei nostri clienti che nella maggior parte dei casi, dopo l’ acquisto della prima stampante, ne hanno subito ordinato una seconda.

Il supporto viene generato automaticamente dal software ed essendo in un materiale diverso da quello di costruzione viene rimosso immergendo le parti stampate in 3D dentro alcool isopropilico. L’ alcool isopropilico aggredisce il supporto rimuovendolo completamente senza rendere necessaria alcuna attività manuale fatta con utensili o idropulitrici.

Che siano pezzi unici o produzioni in serie non importa, la tecnologia è vincente

Questo passaggio, unico quanto fondamentale, pone questa famiglia di macchine ad un livello non raggiungibile dalla concorrenza che propone qualità simili in materiali a base di resina che non possono essere fusi come la cera della 3600W (ex Serie CPX).

Il software venduto con le stampanti gestisce i “singoli job”, anche attraverso una pratica applicazione per smartphone e tablet, dando indicazioni precise sui tempi di stampa ed i consumi di materiale di supporto e costruzione consentendo di pianificare i costi reali di produzione delle aziende orafe e di accessori moda.

Hai bisogno di informazioni sulla stampa 3D per gioielleria?

Contattaci per avere subito una risposta