HP presenta per la prima volta in Italia la sua rivoluzionaria tecnologia di stampa 3D al MECSPE

L’azienda è stata presente presso lo stand J29 del Padiglione 6 della Fiera di Parma fino al 25 marzo, insieme ai suoi primi tre partner di canale per la commercializzazione in Italia delle sue soluzioni 3D Printing, tra i quali Selltek.

HP ha partecipato per la prima volta a MECSPE, la fiera diventata ormai un vero e proprio punto di riferimento per l’Additive Manufacturing, che quest’anno ha registrato numeri da record, con più di 1.800 espositori presenti e oltre 40 mila visitatori attesi, e che ha animato gli spazi del polo fieristico di Parma fino al 25 marzo.

Durante la fiera,  HP ha presentato al pubblico la sua nuova stampante Jet Fusion 3D 4200 e la sua Processing Station con Fast Cooling, una soluzione che, grazie alla sua innovativa tecnologia MultiJet Fusion, reinventa la prototipazione rapida e la produzione di parti finali. Il suo rivoluzionario processo di stampa 3D, che permette una produzione fino a dieci volte più veloce delle precedenti tecnologie, l’utilizzo di una Open Platform per i materiali e il software dedicato dimezzano i costi di stampa, per supportare le aziende a entrare in maniera sempre più competitiva nell’Industria 4.0.

Nel corso di questa edizione di MECSPE, HP ha anche annunciato la collaborazione con Selltek, Nuovamacut e 3DZ che, avendo superato tutti i processi di certificazione e di controllo dei requisiti necessari per l’HP 3D Print Services, sono diventati i primi partner autorizzati di HP per la commercializzazione delle sue soluzioni di 3D printing sul territorio nazionale: Selltek opera dal 1999 nel settore dell’Additive Manufacturing come service di prototipazione rapida ed è oggi un’azienda leader nella vendita di tecnologie di stampa 3d professionale.

“La partecipazione a un evento come MECSPE e l’annuncio dei primi partner per la commercializzazione in Italia delle nostre soluzioni di stampa 3D confermano il nostro impegno nel settore dell’Additive Manufacturing, un settore in crescita che rappresenta già un tassello fondamentale per l’affermazione dell’Industria 4.0”, ha commentato Tino Canegrati, Amministratore Delegato di HP Italy. “Le nostre soluzioni di stampa 3D aiutano le aziende a raggiungere questo risultato anche grazie a una perfetta integrazione nella nuova infrastruttura produttiva interconnessa, in cui strumenti all’avanguardia come HP Sprout, che abbiamo voluto portare anche qui a Parma, e la sinergia con le tecnologie di immersive computing permettono ai professionisti di passare, senza soluzione di continuità, dal disegno tecnico, derivato dall’elaborazione dei dati, alla produzione additiva, personalizzata e di qualità. Come HP lavoriamo costantemente per rafforzare il nostro ruolo di partner verso i nostri clienti, offrendo loro innumerevoli opportunità sia in termini di diversificazione del business, sia in quanto a riduzione di tempi e costi di produzione”.

La stampante HP Jet Fusion 3D 4200 fa parte di un ecosistema di prodotti e soluzioni pensati per favorire l’innovazione, realizzare vantaggi economici e garantire uno sviluppo più rapido di materiali e applicazioni per la stampa 3D. Nel corso della conferenza Additive Manufacturing Users Group (AMUG), HP Inc. ha recentemente annunciato importanti novità per la propria “Open Platform” per i materiali di stampa 3D e lo sviluppo di applicazioni pronte per la produzione. In particolare, il modello unico della Open Platform di HP per la stampa 3D consente di ampliare la disponibilità di nuovi materiali e il set di applicazioni possibili, riducendo i costi dei materiali e di sviluppo degli stessi, velocizzando i processi, migliorando le prestazioni e creando nuove possibilità per la produzione di componenti con caratteristiche in grado di soddisfare le specifiche esigenze dei diversi settori.

Per ulteriori informazioni su HP, visita il sito www.hp.com.

Open House: vieni a scoprire le novità della stampa 3D per la gioielleria!

  Venerdì 27 ottobre dalle ore 9:00

   Valenza (AL) 

 Iscriviti QUI