HP 4200, tecnologia Multi Jet Fusion: ecco la nuova stampante 3D di HP in funzione!

Il portfolio prodotti di Selltek si amplia: a giugno 2016 Selltek ha stretto la partnership con HP e oggi è finalmente operativa nell’utilizzo di questa tecnologia dirompente, che porterà di sicuro grandi cambiamenti nel metodo di produzione classico.

Sempre nell’ottica di individuare le migliori partnership tecnologiche, Selltek sposa l’innovazione e si conferma punto di riferimento per la stampa 3D sul territorio nazionale.

Per lavorare e progredire in una realtà professionale in constante evoluzione come quella della stampa 3D, occorre sfidare quotidianamente l’eccellenza e acquisire tutti gli strumenti possibili per soddisfare le esigenze dei propri clienti, spesso anticipando persino i trend di mercato.

Grazie alla nuova collaborazione, infatti, il cliente trova nella nostra azienda – anche nel caso del prodotto HP – non solo un rivenditore competente e all’avanguardia, ma anche un interlocutore che conosce a fondo la fase produttiva e dal quale può quindi ricevere un adeguato servizio di affiancamento e assistenza.

Indiscusso, poi, è senz’altro il valore del marchio HP, che recentemente ha lanciato la rivoluzionaria tecnologia di stampa 3D MultiJet Fusion – procedimento sperimentato in prima persona dai nostri esperti – che permette una produzione fino a dieci volte più veloce delle precedenti e un dimezzamento dei costi di stampa.

Qui di seguito proviamo a darvi un’idea di come funziona la new entry:

  1. La soluzione di stampa 3D di HP è composta da:
  1. Il processo produttivo:
  • Il file viene inviato alla stampante la quale, attraverso un “blocco carrello” contenente 3 testine di stampa che depositano rispettivamente un agente di dettaglio e uno di fusione e annesse lampade di fusione, disegna la geometria del pezzo, strato per strato.
  • Una volta terminata la lavorazione, il carrello contenente i pezzi in polvere di Nylon PA 12 viene inserito nell’unità di raffreddamento e pulizia prototipi dove, dopo aver raffreddato la tavola (con tempi di raffreddamento di circa un’ora per ogni ora di stampa), l’operatore con un aspiratore interno all’unità di pulizia rimuove la polvere non solidificata ed estrae così facilmente i pezzi.
  • Nonostante l’aspirazione automatizzata, i pezzi ottenuti risultano ancora “impuri” quindi vengono passati alla sabbiatrice per eliminare ogni residuo di polvere dagli stessi.

 

Foto del post-processo: sabbiatura

Immagini del funzionamento step by step

 

 

Siamo fermamente convinti che la stampante HP Multi Jet Fusion 3D 4200 abbia le potenzialità per cambiare il mondo dell’additive manufacturing e della prototipazione rapida, con una velocità di stampa fino a 10 volte superiore, un’elevata riutilizzabilità del materiale fino all’80% e raffinati livelli di accuratezza.

Da oggi è possibile pensare di produrre in serie con le tecnologie di stampa 3D, e questa opportunità si chiama Direct Manufacturing.

Ma non vi chiediamo di crederci sulla parola: venite a conoscere la 3D Multi Jet Fusion 4200 presso l’Headquarter di Selltek a Valenza venerdì 26 maggio dalle 9.00. L’Open House è gratuito e dedicato a tutti i professionisti del settore: un’occasione unica per sperimentare di persona il futuro della stampa 3D.

Per dettagli e per prenotare la vostra partecipazione: https://www.eventbrite.it/o/selltek-srl-13584254782

 

Vuoi maggiori informazioni sulle stampanti Multi Jet Fusion di HP?

CONTATTACI PER RICEVERE SUBITO UNA RISPOSTA